la regola delle 100 calorie

13 Feb
febbraio 13, 2015

Il prof. Nazario Melchionda, grande esperto di nutrizione e disturbi alimentari, ha pubblicato sul suo sito, www.nazariomelchionda.net, la regola delle 100 calorie.

In 6 semplici punti ci spiega come l’obesità non sia causata da strane predisposizioni o malfunzionamenti, ma da piccoli errori nell’alimentazione quotidiana e nella vita quotidiana.

1. In 1 kg di grasso corporeo sono contenute 7.000 calorie
2. Se il Bilancio Energetico Giornaliero è di +100 calorie (perchè le mangio in più o le consumo in meno) in un anno ci sono 36.500 calorie (100 x 365)
3. Si verifica quindi un aumento di peso di kg  5.2 in 1 anno (36.500 : 7.000), 10.4 in 2 anni,
15.6 in 3 anni,……… 52 kg in 10 anni
4. L’aumento del peso non è dovuto a vaghe e inspiegabili disfunzioni, ma ad un piccolissimo errore giornaliero non facilmente misurabile
5. Questo errore, moltiplicato per giorni ed anni, fa un grande errore facilmente misurabile con una
semplice bilancia
6. Moltiplicando per 7.000 il peso aumentato (in kg) in un determinato numero di giorni e dividendo le
calorie corrispondenti per il numero dei giorni si può calcolare indirettamente l’Errore Calorico
Giornaliero.

 

Un cioccolatino in più o una passeggiata in meno, se moltiplicate per 365 giorni l’anno hanno un impatto visibile.

E allora la dieta è questione di motivazione a cambiare le piccole abitudini.

2 replies
  1. Robert M. says:

    La regola delle 100 calorie non fa una piega, ma l’uomo non è una calcolatrice.
    Che bisogna fare quando, pur sapendo di sbagliare sei sente l’impellente necessità di masticare di riempire la bocca?

    Rispondi
    • Marco says:

      E’ vero. L’uomo non è una calcolatrice, ma la consapevolezza di come funzioniamo ci può aiutare ad affrontare i momenti di difficoltà. L’impellenza poi, a guardarci bene, non è proprio quella di masticare o riempire la bocca, è quella di scacciare un pensiero, di superare un’emozione difficile, di ritrovare l’equilibrio perso. E allora possiamo pensare che qualche arma in più del cioccolatino ce l’abbiamo. Uscire, farsi una doccia, fare una telefonata, concentrarsi sul respiro…..

      Rispondi

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *